tedesco italiano inglese spagnolo
  Caratteristiche Effetti Utilizzo Bibliografia  

 

Applicazione


Preparazione
Le domande principali da porrsi inizialmente per ogni malato cronico sono quelle che riguardano il modello individuale di psicoregolazione, la distribuzione energetica, la situazione metabolica, così come le condizioni della matrice e quindi dell’equilibrio acido-base. Diversamente da quanto accadeva prima ora si giunge molto pià rapidamente alla meta, in quanto lo ZMR 703 riconosce automaticamente la situazione di partenza patologica e successivamente la corregge.


 

Procedura di messa in pratica
Il paziente al termine dell’anamnesi e della visita si siededavanti all’apparecchio ZMR, vengono applicati il sensore del polso e l’elettrodo flessibile per la mano e il radiatore a polifrequenze viene rivolto verso la zona colpita. A questo punto si può partire subito col programma universale preimpostato. Vengono misurati ed evidenziati in modo continuativo la situazione metabolica attuale e lo stato acido/base. L’apparecchio ZMR trasmette localmente le corrispondenti informazioni di regolazione.



Indicazioni
Lo ZMR è pensato principalmente come primo passo con tutte le malattie, sia acute che croniche, per creare innanzitutto i necessari presupposti per la guarigione. La guarigione da ogni malattia cronica si attua esclusivamente tramite il ripristino della capacità rigenerativa. Ed è ciò che si raggiunge tramite lo ZMR attraverso l’ttivazione degli ormoni regolatori del metabolismo, così come anche la regolazione mentale. I campi di applicazione sono quindi tutte le patologie degenerative, dolori articolari e della colonna, problemi cardiocircolatori, sovraccarichi d’organo (es. fegato, reni, polmoni, intestino), le allergie, o come supporto per le neoplasie.
Lo ZMR serve anche come ottimizzazione di altre procedure terapeutiche quali ad es. l’omeopatia, l’agopuntura, la neuralterapia etc., come pure le efficaci terapie della BIT, di cui accentua l’efficacia dissolvendo gli impedimenti alla guarigione. Lo ZMR sostiene inoltre la prevenzione, il mantenimento della salute e la soppressione dello stress.


Meccanismo d’azione
L’apparecchio ZMR riconosce la causa profonda dei disturbi presenti e somministra automaticamente i segnali di correzione adeguati. Le informazioni trasmesse energeticamente agiscono nello stesso modo come la somministrazione di ormoni o di altri regolatori in forma materiale. In tal modo viene ovviato a deragliamenti anabolici o catabolici del metabolismo cellulare, così come anche i disturbi dell’equilibrio acido-base. Inoltre vengono attivai i 4 principali organi di disintossicazione, con conseguente aumento dell’escrezione di tossine e scorie. Possono essere anche risolti gli stati carenziali.

PRIMA

DOPO

 

Dimostrazioni di azione
L’ apparecchio ZMR è stato testato in modo approfondito presso l’Istituto di Microcircolazione di Berlino (Direttore Dr. Rainer Klopp).
E’ stato dimostrato in modo significativo un miglioramento del deflusso venoso (effetto antistasi) con contemporaneo aumento della perfusione capillare (maggiore apporto di sostanze nutritive ed ossigeno).
Inoltre vi fu incremento della sintesi di prostaglandine (PGE2) come espressione di una maggiore attività metabolica.
Con ciò si ebbe la dimostrazione scientifica esatta del fatto che la trasmissione delle informazioni regolatorie quadripolari agisce proprio, come asserito, sulle cellule e sulla matrice.

Esempi di utilizzo dello ZMR
Effetti sulla microcircolazione

Per selezionare una sequenza video, cliccare!

[ Sequenza video 1 ]
[ Sequenza video 2 ]
[ Sequenza video 3 ]
[ Sequenza video 4 ]


Reazioni
Tutti gli sforzi sono intesi per smuovere le regolazioni bloccate in modo da poter iniziare processi rigenerativi e reazioni di guarigione acute. I diversi ambiti di problemi dei pazienti reagiranno quindi secondo le aspettative alla ripristinata capacità di regolazione. Ciò può manifestarsi con un immediato rilievo dei sintomi accompagnato a benessere psichico, ma può anche portare a reazioni di guarigione locali con iniziale intensificazione dei disturbi, la qual cosa è senz’altro auspicabile. Le modificazioni però non riguardano solo i problemi fisici. Attraverso il ribilanciamento ottenuto si ha anche un cambiamento del modello di base psichico e vengono attivati processi di presa di coscienzanecessari alla guarigione.

[ Vai a inizio pagina ]